Il Trattamento del Dolore in Urgenza ed Emergenza: la partecipazione di Anpas PDF Stampa E-mail

Il Trattamento del Dolore in Urgenza ed Emergenza 

 

In Italia  un paziente va in pronto soccorso ogni 2 secondi: fondamentale il volontariato nel trattamento del dolore in emergenza e urgenza

Si è svolto questa mattina a Roma, presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati il seminario “Il trattamento del dolore in urgenza ed emergenza” patrocinato dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute. Insieme al Presidente Anpas Fabrizio Pregliasco sono intervenuti ricercatori e rappresentanti delle istituzioni per discutere delle nuove modalità i intervento con particolare riguardo alle esigenze di medici, infermieri e volontari soccorritori sull’intervento immediato.

«Nel contesto italiano la peculiarità della cura in urgenza ed emergenza è la presenza del volontariato attivo da prima della creazione del sistema 118: una opportunità quella del volontariato integrato nel sistema di emergenza urgenza non solo per la rilevanza sociale della cittadinanza attiva del volontariato, ma anche per una diffusione culturale della cura» ha dichiarato Fabrizio Pregliasco, presidente Anpas. «Il volontariato, da sempre, porta innovazione anche in questo ambito, prima di tutto con l'obiettivo di arrivare all'ospedale senza dolore con l'attenzione alla persona con la comunicazione della cura e dell'assistenza. Necessaria è la preparazione e la formazione unitaria dei volontari soccorritori, ma anche il chiarimento di alcuni aspetti normativi che stiamo cercando di chiarire, come la presenza dei familiari su trasporti speciali» ha concluso Fabrizio Pregliasco.

«Ogni anno in Italia 20 milioni di persone si rivolgono al pronto soccorso: di queste il 70% arriva in pronto soccorso per il dolore, ogni 2 secondi in Italia c’è qualcuno che va in pronto soccorso perché ha dolore», ha dichiarato Gian Alfonso Cibinel, Presidente SIMEU. «Decisiva è l’alleanza con il paziente per superare il dolore:importante è interagire, informare e rassicurare le persone in un ambiente» ha concluso Cibinel. L’imperativo è l’ospedale senza dolore e soprattutto un paziente senza dolore: bisogna costruire la cultura.

Francesco Germano, Presidente Società Italiana Sistema 118 ha ricordato come viene affrontato il dolore in Francia, negli stati uniti e in Italia: il sistema 118 è un servizio giovane e l’organizzazione è disomogenea: «Sul territorio agiscono pochi medici, un po’ più di infermieri, e tantissimi soccorritori l’importanza della dignità del paziente durante il dolore».

I dati. Il 60% degli interventi di situazioni di emergenza urgenza viene effettuato dai soccorritori: il SIS dichiara che vengono effettuati 13milioni di interventi ogni anno. Il 53% degli italiani si affida al fai da te per la cura del dolore.

 

 

Le terapie farmacologiche finalizzate al controllo del dolore in condizioni di urgenza ed emergenza rappresentano l’impegno costante e la nuova sfida della medicina d’urgenza non solo per il personale medico ma anche per il personale paramedico, formato da operatori del servizio di emergenza sanitaria extra-ospedaliera, specializzato nella medicina d'emergenza-urgenza, che opera sulle ambulanze e sugli altri mezzi d'emergenza.

 


E’ necessaria, quindi, una formazione per medici, infermieri e paramedici dei reparti d’emergenza e, più in generale rivolta a tutti i cittadini,  la diffusione di informazioni corrette sulla gestione e terapia del dolore.
Obiettivo dell’incontro è mettere intorno a un tavolo tutti i principali attori del settore, istituzioni, società scientifiche, medici e ricercatori, per approfondire un tema che ha importanti risvolti medici e sociali.

Sono previsti gli interventi del Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin, del Dott. Cibinel, Presidente SIMEU, del Prof. Fornasari del Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina dell’Università degli Studi di Milano, del Dott. Pregliasco, Presidente ANPAS, del Dott. Bermano, Presidente Società Italiana Sistema 118 e del Dott. Trucchi, Presidente Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. All’incontro, promosso per fare il punto sulle questioni più importanti afferenti le problematiche relative alla gestione della terapia del dolore in urgenza ed emergenza, parteciperanno inoltre il Coordinatore della Commissione Ministeriale sulla Terapia del Dolore e Cure Palliative del Ministero della Salute, Prof. Guido Fanelli, la Dott.ssa Linetti Direttore Generale Comunicazione e Relazioni Esterne del Ministero della Salute, il Presidente dell’Osservatorio Sanità e Salute, Sen. Cesare Cursi, il Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, Sen. De Biasi, e i componenti della stessa Commissione Sen. Bianconi, Sen. D’Ambrosio Lettieri. Saranno presenti anche i parlamentari membri della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Onorevoli Bianchi, Gigli e Binetti. 

Fermi tutti: la manifestazione in piazza

 

 

 

 

 

Il programma dell'evento 

http://www.turansrl.it/uploads/brochureibsa4.pdf

 

AddThis Social Bookmark Button
Ultimo aggiornamento Martedì 10 Giugno 2014 10:59
 

Il sito si è trasferito su www.anpas.org questa è la versione fino al 29 febbraio 2016 To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information